Sul progetto

Benvenuta, benvenuto.

Mi chiamo Marco, ma se sei qui lo sai già. Dal 2007 al 2021 ho collaborato in veste di articolista e redattore al progetto Storiadellamusica, di cui 1500-3000 vorrebbe rappresentare un’evoluzione naturale.

Dunque: che cos’è 1500-3000?

1500-3000 è una contrainte queneauiana: lo spazio delimitato dalle infinite configurazioni di battute minime e massime entro cui si accomoderanno (con sporadiche eccezioni) le nuove recensioni qui pubblicate. Indipendentemente dall’autore, dal genere, dal disco, dalle circostanze interne ed esterne: tutto deve essere detto tra 1500 e 3000 battute. La lunghezza di un profilo biografico inoltrato prima di un colloquio di lavoro.

1500-3000 è un tentativo, per quanto modesto e non originale, di rispondere alla crescente crisi che da molti anni ormai attanaglia quella che una volta veniva chiamata “critica musicale”: una crisi generalizzata di interesse da una parte e dall’altra del canale ricettivo, che si traduce nella rarefazione della partecipazione attiva degli scriventi e nel declassamento della soglia minima di attenzione dei lettori.

1500-3000 nasce e si sviluppa come controparte testuale delle note iconografiche del mio profilo Instagram, dove per tre anni ho pubblicato ogni giorno una scheda informativa di un disco (frequenza oggi scesa, per motivi di opportunità, a un disco nuovo per settimana).

1500-3000 nasce anche in risposta a due esigenze personali: non sacrificare la qualità e la profondità dell’ascolto a ritmi di produzione insostenibili, che svuotano di significato lo stesso atto scrittorio (tanto peggio se poi, come accade sempre più spesso, manca il tempo necessario per garantire ad ogni disco l’attenzione che merita), ma allo stesso tempo fornire la maggiore visibilità possibile al maggior numero di artisti possibili.

1500-3000 non nasce con alcuna pretesa di essere letto o seguito, ma se lo leggi e lo segui non potrò che esserne contento.

1500-3000 inizia da oggi.